LEGNO PER IMBALLAGGI E NON

(pallet, cassette ortofrutticole, ponteggi, ecc..)

Raccogliamo rottami di materiali lignei provenienti da lavorazioni industriali, scarti di produzione o materiale fuori uso. Tali scarti vengo selezionati e successivamente inviati ad aziende specializzate per poterli lavorare e immetterli nuovamente nella filiera di produzione.
I rifiuti di legno per imballaggio e non post consumo provenienti dalla raccolta differenziata pubblica o privata vengono selezionati e ridotti di volume e avviati agli impianti di recupero. Il destino del legno ha quindi due strade: quella del riciclo nelle sue varie forme (tra cui compostaggio e rigenerazione) e quella del recupero energetico. Vengono quindi percorse diverse strade: il 95% è inviato a impianti per la produzione di agglomerati lignei per l’industria del mobile.
Una piccola parte del rifiuto legnoso che viene riciclato è rappresentato dalla produzione di pasta cellulosica per le cartiere, dove il legno proveniente dal circuito del recupero è utilizzato in sostituzione della fibra vergine.
I rifiuti di imballaggi di legno raccolti separatamente vengono anche utilizzati come materia prima per la realizzazione di blocchi in legno – cemento per applicazioni nella bioedilizia.